martedì 7 febbraio 2012

L'Italia del 1931: il codice Rocco e la crisi economica.

Famiglia Tosatti di Nonantola - anni '40
Questa foto ritrae la mia famiglia e dovrebbe risalire a metà degli anni '40.
Mia mamma Bruna, con in braccio mio fratello Erio, mia sorella Alfa,
dietro ci sono io e accanto mio padre Valentino, (Tino).

Sono nato nella campagna di Nonantola, in provincia di Modena, il 20 agosto 1931.

L'italia del 1931

Quando sono venuto al mondo, se avessi subito potuto guardarmi attorno, avrei visto il seguente panorama:  l’Italia con circa 41 milioni di abitanti.  Attivi il 44,4%, di cui il 51,7% in Agricoltura, il 26,3% nell' Industria e il 22% nei Servizi.

Codice Rocco, il Codice penale italiano
Era l'anno dell' entrata in vigore del Codice Penale Italiano, noto come codice Rocco e di una politica di salvataggio dello Stato nei confronti delle banche, in difficoltà per la crisi economica. Questione che purtroppo conosciamo bene anche nel nuovo millennio.

Nell' Italia del 1931, il prodotto interno lordo era così ripartito:

  • agricoltura il 38,3%, 
  • industria il 25,1%, 
  • terziario il 24,3%, del quale il 12,3% nell’ amministrazione pubblica.

Nella popolazione quelli che lavoravano erano 18.212.000 ed i non attivi erano 22.831.000.

La paga mensile era circa:
  • contadino £. 90, 
  • operaio £. 200, 
  • impiegato £. 270, 
  • ragioniere £.350, 
  • alto dirigente da 900 a 1000 £.
Nel 1931 e negli anni successivi, l’Italia toccò il punto più basso della crisi economica del ’29, scatenata dall’alta finanza USA, con uno dei maggiori tributi mondiali, imposti dal Regime, come da questi pochi cenni:
  • crollo dei titoli azionari del 40%, 
  • l’agricoltura perde l’11%, 
  • l’industria manifatturiera il 15%, 
  • la disoccupazione sale ad un milione di unità, 
  • i fallimenti sono 14.000. 

Questo il prezzo del “risanamento” delle banche e .. dei banchieri:
  • le imposte passano in 8 anni da 12 a 21 miliardi di lire,
  • il pane al costo di 2 £/kg ha 60 cent. di tasse e più ancora per sale e zucchero che su 7,45 £/kg ben 5.32 sono di tassa governativa. 
  • falliscono le banche di Stato austriaca e tedesca. 
Gli USA “esigono” il pagamento dei debiti.

E’ un quadro che stiamo rivivendo oggi, nel 2012.
Allora pagarono quasi solamente quelli di sempre, come oggi.

Da allora in Italia, nel ’31, alla fine della guerra, furono anni di sofferenze, di dittature, di rivincite colonialiste e cinque di guerra mondiale con 60 milioni di morti ed infinite stragi bestiali, distruzioni, rovine e fame fino al capolinea, nel 1945.


7 commenti:

  1. Ciao Tonino, non so neppure come, sono approdata nel tuo blog che è decisamente affascinante.
    Visto che ne hai lasciato la possibilità, metterò un link al questo tuo post sul mio blog, ovviamente verrà citata la provenienza e l'autore.
    Fammi sapere!
    Intanto ti lascio qui i miei complimenti e il piacere di averti conosciuto.
    Ciao,
    Lara

    RispondiElimina
  2. Grazie Lara, molto volentieri e lusingatissimo. Anche il tuo blog è molto interessante e ricco di articoli. Mi sto dedicando a questo blog, su sollecitazione di mia figlia (è lei che per ora, inserisce gli articoli) che mi vedeva sempre armeggiare con i miei diari personali.

    RispondiElimina
  3. Grazie a Sara sono arrivato anche io, caro Tonino vedo che siamo venuti al mondo quasi assieme, io in pochino prima.
    Buona serata con la buona notte.
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. Grazie Tomaso, anche da parte di mia figlia, che al momento ha il compito di inserire i miei scritti e le mie foto, finchè non diventerò più esperto con i "template" di blogger.
    Vista l'ora.. buonanotte .. :o)

    RispondiElimina
  5. Caro Tonino io sono del 35 sono un ex mezzadro Toscano, poi riciclato tagliatore di tomaie, ma il mio mondo è la campagna, coltivo un appezzamento di terra sulla collina di San Miniato vicino Empoli. Sono da anni un appassionato camminatore. Ti metto il sostenitore così ci conosceremo meglio. -io la falce mancina la adopero anche adesso- Ti saluto Maresco

    RispondiElimina
  6. Ciao Tonino, mi presento , sono Vitamina , piacere ! Seguo Lara , ora solo nei limiti del possibile, cioè pochino, e sono arrivata a te , seguirò anche te . Sto completando un libro /diario che forse verrà pubblicato presto da un'amica e parla anche del passato dei nostri nonni e genitori , ciò che scrivi nel post mi ha interessato moltissimo.

    RispondiElimina
  7. Siete molto gentili. Vi ringrazio tutti. Io non sono un esperto blogger (ancora), almeno non quanto voi. Per ora riponde mia figlia ai commenti, che sta a Bologna, mentre io sono a Ravenna. In questa avventura dei blog mi ha trascinato lei. Le invio gli scritti e lei li inserisce. Mi dovrebbe insegnare, se fosse più vicino a casa ..

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...